Quantcast

Spaccio di droga nelle baracche: il blitz dei carabinieri con cani ed elicottero foto

Trovati bilancini di precisione e quattro ragazzi arrivati dala provincia di Lecco per l'acquisto degli stupefacenti: tutto smantellato

Dopo le varie operazioni svolte dai carabinieri del comando provinciale che hanno interessato prevalentemente, le zone della “bassa comasca”, l’azione dei militari per fermare il fenomeno dello spaccio di droga si è estesa anche a quelle comprese tra i comuni di Monguzzo e Merone. E nei boschi della zona e sino ad Alzate Brianza, è scattata una capillare operazione di controllo del territorio a cui hanno partecipato una trentina di militari della Compagnia carabinieri di Cantù e della Stazione di Lurago d’Erba, un’unità del Nucleo Elicotteri dei Carabinieri di Orio al Serio ed alcune unità antidroga del Nucleo Cinofili Carabinieri di Casatenovo.

spaccio di droga boschi di merone e monguzzo, controlli carabinieri anche elicottero

Nel corso dell’operazione, i militari:
hanno provveduto all’ispezione di tre ruderi fatiscenti in disuso, utilizzati come basi operative dagli spacciatori magrebini;
hanno individuato e smantellato alcuni punti di ritrovo all’interno delle aree boschive, rinvenendo e sequestrando due bilancini di precisione e materiale vario atto al confezionamento delle dosi di stupefacente;
hanno identificato in tutto 40 persone e controllato 25 automezzi.

spaccio di droga boschi di merone e monguzzo, controlli carabinieri anche elicottero

Contestualmente, le pattuglie operanti hanno proceduto alla segnalazione alla Prefettura competente di quattro ragazzi in possesso di piccole dosi di sostanza stupefacente per uso personale. E infine richiesta l’emissione del Foglio di via obbligatorio per loro, arrivati dalla provincia di Lecco ad acquistare stupefacenti