Quantcast

Como, si all’accordo in consiglio comunale e la Ticosa ritorna del Comune foto

18 voti a favore al termine della seduta. Il più critico è Rapinese. Soddisfatto l'assessore Butti

Votazione favorevole poco prima della mezzanotte. Il consiglio comunale di Como ha approvato ieri sera la delibera con cui il Comune accetta la risoluzione del contratto con la società Multi sulla sistemazione dell’area Ticosa evitando il contenzioso in tribunale. Ed ora, di fatto, l’intera area – strategica per la città – torna in possesso definitivo di Palazzo Cernezzi.

Favorevoli a questa soluzione 18 consiglieri di maggioranza in aggiunta a Bruno Magatti (Civitas), contrari i 4 della lista Rapines,  sono usciti dall’aula al momento del voto Partito Democratico e Scelta Civica. Soddisfazione tra la maggioranza e per l’assessore all’urbanistica Marco Butti che può finalmente mettere la parola finale sulla vicenda:”Ora avanti senza tentennamenti”, ha ammesso. Il sindaco Landriscina più volte si è espresso sull’ipotesi di un parcheggio all’ingresso della città, cosa già sperimentata anni fa prima delle lunghe operazioni della bonifica.

Tra i più contrari Alessandro Rapinese ha motivato il voto contrario con una cifra non adeguata (450.000 euro) per le casse del Comune. Contrari anche i rappresenti di Svolta civica e Democratici.