Fatoumata Diawara in concerto al Carroponte foto

Più informazioni su

Fatoumata Diawara, una delle figure più carismatiche della musica africana e una delle voci più intense nel panorama internazionale della world music, ha debuttato ieri sera a Venezia per il suo breve tour italiano che la porterà lunedì 23 al Carroponte di Milano.

Al Teatro Goldoni per il Venezia Jazz Festival la cantante del Mali ha portato il suo intenso spettacolo nato proprio a Como lo scorso febbraio. Fatou è quasi una nostra concittadina, anche nei giorni scorsi era in città in visita alla sua calorosa famiglia Tomaselli.

Statuaria, superba, elegante; dotata di un sorriso radioso e naturale, Fatoumata Diawara reinventa i ritmi veloci e le melodie blues della sua ancestrale tradizione Wassoulou attraverso una sensibilità istintivamente pop. C’è qualcosa di speciale nell’idea di una giovane donna che canta con la sua chitarra. Non solo Fatoumata Diawara si riappropria di questa immagine in maniera forte e personale, ma la colloca letteralmente in una nuova era, in un’altra cultura; conferendo una prospettiva decisamente africana al concetto di cantautrice.

Fatoumata Diawara esprime tutta la sua maestria nelle nitide e suggestive melodie che attraversano il nuovo album FENFO(Wagram/Montuno), tradotto come  “qualcosa da dire”, prodotto dalla stessa Diawara e da Matthieu Chedid (in arte M) e registrato fra Mali, Burkina Faso, Barcellona e Parigi. In marzo è stato pubblicato il primo singolo “Nterini” (Il mio amore/il mio confidente), il cui video è stato diretto dalla fotografa ed artista contemporanea Aida Muluneh, videoclip ispirato dall’estetica Dogon e dall’Afrofuturismo.  Come spiega Fatoumata, è un brano che canta la sofferenza di due innamorati, provocata dalla distanza e dalla separazione. Pur nel rispetto delle origini, la sonorità del disco è un atto di coraggiosa sperimentazione che caratterizza Fatoumata come nuova portavoce femminile della giovane Africa, consapevole delle proprie radici ma con un linguaggio universale e una visione fiduciosa rivolta al futuro.

FENFO segue l’acclamato lavoro di debutto dell’artista, FATOU, definito da Pitchfork, “un disco molto seducente”, mentre The Guardian lo ha descritto come “affascinante”; Gilles Peterson ha dichiarato che la cantante, autrice, chitarrista e attrice è sicuramente uno dei più grandi talenti della scena africana contemporanea.

Nel suo live emerge prepotentemente il coraggio di una guerriera e di una vita vissuta come una grande avventura: tra Costa d’Avorio e Mali, tra Royal Deluxe e African Express, tra Demon Albarn e Herbie Hancock. Grandi collaborazioni ed esperienze che promettono una folgorante carriera solista.

fatoumata diawara

Ad accompagnare la cantautrice maliana durante il tour, ci saranno Yacouba Kone, alla chitarra, Arecio Smith, alle tastiere, Sekou Bah, al basso, e Jean Baptiste Gbadoe, alla batteria.

info e prevendite su www.ticketone.it; www.mailticket.it e www.boxol.it

Più informazioni su