Patto per proteggere e curare il lago di Como: lo firma anche Legambiente foto

Oggi la sottoscrizione dell'accordo. La coordinatrice Polacchini:"Sforzi comuni per un risultato interessante".

Valorizzarlo, proteggerlo, curarlo. In altre parole, tutti uniti per migliorare qualità me servizi del lago di Como. Oggi in occasione della presentazione dei dati del monitoraggio sul microbiologico di Goletta del laghi, Legambiente Como e Legambiente Lombardia hanno sottoscritto il Patto per il Lago di Como, il Ceresio e i laghi minori.

“Un territorio ha senso se ci sono delle persone che lo vivono e ci lavorano dandogli valore, tutelandolo e promuovendolo – commenta Annarita Polacchini, coordinatrice del Tavolo per la competitività e lo sviluppo della provincia di Como – e il Patto è nato per coagulare tutti gli sforzi in una direzione comune affinché le competenze dell’uno possano accumunarsi alle competenze dell’altro remando così nella stessa direzione. E’ di Como e di Lecco assieme poiché il Lago è di tutti non solo della sponda comasca o della sponda lecchese e le Camere di Commercio tirano le fila del progetto con l’intento di condividere e promuove le attività comuni”.

Attenzione ai cambiamenti climatici, al livello delle acque ma anche la tutela e la valorizzazione del lago di Como. Sono sono alcuni dei punti che fanno parte del patto. Un impegno che oggi ha voluto sottoscrivere anche Legambiente, sia nella sua delegazione comasca che in quella lombarda.

Nello scorso fine settimana Legambiente  e Goletta dei laghi impegnate a raccogliere – nel nostro lago – plastiche ed altri detriti pericolosi. Ecco il loro video