Brutta storia

Lurate Caccivio, botte e minacce a mamma e fratelli: finisce in carcere a 22 anni

I carabinieri della compagnia di Cantù intervengono dopo l'ennesima lite in casa. Episodi che andavano avanti da tempo

Una brutta storia che arriva da Lurate Caccivio dove un ragazzo di 22 anni, di origine marocchina, è stato arrestato in queste ore dai carabinieri della compagnia di Cantù con l’accusa di aver picchiato la mamma e i fratelli in modo ripetuto. L’arresto è stato fatto in queste ore dai carabinieri della compagnia di Cantù, in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Como. Il Pm ha accolto la richiesta dei carabinieri che hanno effettuato varie verifiche a casa del ragazzo.

Il giovane avrebbe usato violenza da anni a casa verso mamma e fratelli. Alla mamma chiedeva – da quanto accertato – ripetutamente denaro. Negli ultimi giorni c’è stata tra di loro una violenta lite con intervento dei militari: da qui la richiesta di ordinanza che il giudice ha emesso nelle ultime ore. Il 22enne si trova ora al Bassone

Più informazioni
leggi anche
via santa brigida camerlata giovane rapinato in strada da due stranieri
Ma sei fuori ?
Paura a Camerlata: minaccia passanti ed agenti con un coltello, bloccato!
commenta