Scegliere ciò che mangiamo con consapevolezza può cambiare il mondo foto

La Fondazione Prima Spes Onlus organizza presso il Teatro Sociale in sala Bianca, sabato 9 giugno, alle ore 20.30, la conferenza aperta al pubblico e a ingresso libero, relativa al film-documentario del 2017 “Food ReLOVution”, con il regista, produttore, fotografo e scrittore Thomas Torelli. Al centro del dibattito le conseguenze delle nostre scelte alimentari. I contenuti? Il cibo. La rivoluzione. L’amore (LOV). La consapevolezza.

“Food ReLOVution: tutto ciò che mangi ha una conseguenza” è un coinvolgente e rivelatore documentario che esamina le conseguenze della cultura della carne in vista della crescente preoccupazione per gli impatti sulla salute, sulla fame nel mondo, sul benessere degli animali e sull’ambiente, mostrando come questi problemi globali riguardino tutti e siano strettamente correlati tra loro.

Food ReLOVution esula da qualunque giudizio di fondo e vuole essere una mano tesa verso qualcuno, come stimolo di partenza per una riflessione: un invito a conoscere, una richiesta di confronto. IL tema principale di Food ReLOVution è il potere rivoluzionario del cibo, con un accento sulla parola “LOV”, la quale allude a una rivoluzione di pace, di amore, di compassione e di empatia, oltre che di cambiamento: Food ReLOVution ricorda che noi abbiamo il potere di cambiare le cose solo se lo vogliamo davvero, cominciando dalle nostre scelte quotidiane.

Trailer documentario “Food ReLOVution” di Thomas Torelli from Bluma Lab on Vimeo.

Il film si avvale del contributo di personalità autorevoli e stimati professionisti: Carlo Petrini, gastronomo, fondatore e presidente di Slow Food, associazione internazionale no profit impegnata a ridare valore al cibo, nel rispetto di chi lo produce, in armonia con ambiente ed ecosistemi; Frances Moore Lappé, scrittrice e attivista statunitense che si occupa di politiche alimentari e democrazia; Franco Berrino, medico, patologo, epidemiologo e coordinatore del progetto DIANA, sulla relazione tra alimentazione e tumori; James Wildman, attivista ed educatore alla compassione per la Fondazione per i Diritti Animali della Florida; Marilù Mengoni, biologa nutrizionista, dottoressa in psicologia e membro del Comitato Scientifico di AssoVegan; Noam Mohr, professore di fisica ed esperto di cambiamenti climatici e riscaldamento globale; Peter Singer, definito “il più influente filosofo vivente” e considerato il “profeta della liberazione animale”; T. Colin Campbell, medico, per 40 anni in prima linea nella ricerca nutrizionale; Thomas M. Campbell, medico e direttore di un’organizzazione no profit che si occupa di promuovere un’alimentazione ottimale attraverso l’educazione scientifica; Vandana Shiva, scienziata, ambientalista e attivista indiana, che da anni si batte per la tutela della diversità biologica.

food revolution

Food ReLOVution nasce dall’incontro di due parole, consapevolezza e amore, e ha la pretesa di fornire strumenti necessari a chi è abituato a mangiare carne senza preoccuparsi delle conseguenze. Bisogna sfatare il tabù che il comportamento del singolo non influisca sul totale. Ogni goccia smuove il mare. Ogni comportamento è importante ai fini del risultato. In un momento come quello attuale, anche solo fare la spesa in maniera consapevole, sapere cosa si compra e cosa si mangia, è il primo importantissimo passo verso un mondo migliore. Perché il mondo cambia se prima cambiano le persone, partendo dai piccoli gesti quotidiani.

Pensare in grande, si può.

Basta volerlo.