Quantcast

Parolario diventa maggiorenne e fa il pieno di felicità.Le parole del presidente Peverelli foto

Il numero uno della rassegna culturale invita i comaschi ad intervenire alla rassegna ed a porsi domande esistenziali. Il dettaglio della presentazione

Parolario diventa diciottenne e per festeggiare il Festival della letteratura di Como onora un tema che è specialmente legato a questa età: la felicità.

presentazione edizione del 2018 di parolario como

Durante la presentazione del festival, il Presidente di Parolario, Glauco Peverelli, ha esortato i cittadini a “porsi domande esistenziali” nella ricerca di ciò che ci rende veramente felici, seguendo le parole di autori e filosofi. L’assessore regionale alla Cultura, Stefano Bruno Galli, presente anche alla presentazione a Milano, ha celebrato l’importanza di questo tema, dichiarando che la felicità è stata un elemento principale della politica e della cultura sin dal 1700. Galli ha anche confermato che un festival dedicato alla cultura è un metodo fondamentale per “rendere la nostra esistenza più felice”.

presentazione edizione del 2018 di parolario como

A dirigerci verso la felicità, parteciperanno anche autori celebri come Sandra Petrignani, che aprirà il festival giovedì 14 giugno seguito da Massimo Bubola, Antonio Caprarica, Oney Tapia, Ritanna Armeni, Marcello Foa solo per citare alcuni degli ospiti di questa edizione.

Tuttavia, non sarà solo la letteratura che porterà i cittadini alla felicità; come ha ribadito il presidente Peverelli, la felicità può essere trovata in campi diversi, quali il cinema, la musica, il cibo e persino l’economia. Lo scopo del festival sarà di rendere questa emozione accessibile a tutti, anche ai più piccoli con il ritorno della Filosofiacoibambini.

Il tema è stato anche celebrato dal sindaco di Como Mario Landriscina, il quale ha confermato, durante la presentazione a Milano, l’importanza di questo evento, che permette di unire l’espressività della città di Como con la cultura e l’arte. Parolario sarà, infatti, anche un’occasione per valorizzare le belle ville sul Lago di Como, nella speranza che il territorio lariano ci possa rendere orgogliosi e felici.

A tale scopo, il poeta Pietro Berra, ha introdotto il progetto “passeggiata letteraria” che porterà i cittadini da Villa Parravicini a Villa Sucota in una passeggiata all’insegna della bellezza e della letteratura, guidata dal poeta Tiziano Fratus.

Ma non sarà solo la felicità la protagonista di questa edizione del festival: Peverelli, infatti, ha espresso il suo desiderio di concentrarsi su diversi temi- tra i quali, il 50esimo anniversario del ’68 e il Giappone. Tante sono, dunque, le aspettative per questo diciottesimo compleanno del festival, nella speranza di regalare felicità ai cittadini comaschi.