Como, dopo i seggiolini i controlli per la sosta in Ztl: multe in arrivo a chi sgarra foto

La polizia locale annuncia un giro di vite nei controlli. Tante le proteste dei residenti per effettuare le manovre.

Dopo la serie di controlli mirati del mese di maggio sull’utilizzo corretto delle cinture di sicurezza e dei seggiolini per i bambini, nel mese di giugno la Polizia locale di Como annuncia una serie di controlli – già avviati in queste ore –  sul rispetto delle regole di accesso e di sosta in ztl. “L’obiettivo di questi servizi mirati è quello di limitare i casi di veicoli che pur essendo legittimati ad accedere in ztl hanno delle limitazioni rispetto alla possibilità di sostare” precisa il comandante Donatello Ghezzo. Diversi titolari di pass (che consentono di accedere e di parcheggiare per un periodo di tempo limitato) ancora non rispettano le prescrizioni temporali, contribuendo in tal modo a intasare le vie del centro storico.

Il fenomeno peraltro viene segnalato dai residenti, spesso quando i veicoli in sosta rendono difficoltose le manovre di entrata e di uscita dalle proprietà private. E molte le proteste proprio di recente. Da qui la decisione di intensificare i controlli: a breve dovrebbero entrare in funzione anche gli occhi elettronici delle telecamere installate da tempo.