Quantcast

Como, bilancio di Corda:”Gentile ed i giovani, ripartiamo da loro”. Mister da confermare foto

Il consulente tecnico a ruota libera oggi allo stadio Sinigaglia:"Mi aspettavo qualcosa di più dalla vecchia guardia. Ripescaggio ? Diciamo 80% si...."

Sono qui a vostra disposizione. Chiedetemi tutto…..“. Senza freni e senza tanti giri di parole. Senza la promozione diretta in tasca e con l’amarezza di Carate ancora non del tutto smaltita, Ninni Corda affronta i giornalisti di Como – “Mi sembrate un plotone di esecuzione….” ci scherza su in avvio – per fare il bilancio dell’anno da poco concluso. E parla davvero di tutto: dalla squadra ad Andreucci, dal suo ruolo agli errori, dalla società al possibile ripescaggio, dallo stadio al futuro nel calcio. Un Corda-pensiero che potete sentire qui sotto nella nostra diretta Facebook ed anche nel video sopra nel quale si sofferma in particolare sul futuro del mister. Dovrebbe essere Andreucci, ma…..”Dieci giorni di tempo per decidere ogni cosa – precisa – anche se Antonio ha fatto benissimo. Siamo molto contenti di lui“. Ma di fatto la riconferma automatica non c’è ancora.

ninni corda como 1907 bilancio stagione stadio sinigaglia conferenza stampa

Le uniche certezze, ad ora, sono Gentile ed i ragazzi giovani: Kucich, Cicconi, Bovolon, De Nuzzo, Di Jenno e Loreto. Gabrielloni da tenere stretto, ma non è del Como, sui più anziani del gruppo nessuna certezza: da Sentinelli ad Anelli, da D’Aiello e Molino ed Abodati.

Corda ha anche parlato del futuro del club e suo nel calcio. La squalifica ancora in atto – terminerà ad ottobre, ma forse si deve aggiungere un ulteriore pezzettino – la voglia è di andare avanti a dare tutto per il Como anche se non in panchina. Almeno per il momento. Le possibilità del ripescaggio le definisce dell’80%, forse anche qualcosa di più.