Sospensione e risarcimento del danno: sono tutti contro la bidella di Erba

Indignazione e sconcerto nelle parole del dirigente scolastico, ma anche in quelle dei sindacati. La donna, al posto di accudire la madre con seri problemi, era in vacanza a Dubai.

Rischia tanto. La sospensione dall’incarico – massimo 10 giorni – ed un risarcimento del danno provocato alle casse dello stato. Se ci saranno provvedimenti più importanti lo dovrà stabilire il Provveditorato di Como dal quale dipende la bidella di 55 anni, in servizio alla scuola Romagnosi di Erba – sezione staccata di Longone al Segrino – scoperta dalla Finanza a violare in modo clamoroso la Legge 104 che prevede agevolazioni e retribuzioni anche per giornate non lavorate. Ma con l’obbligo di accudire le persone gravemente malate, come il caso della madre.

Invece lei era in vacanza a Dubai con la famiglia proprio durante uno di questi permessi. I finanzieri l’hanno scoperta durante alcune verifiche incrociate anche con un agenzia di viaggio. Ora tutti contro la bidella: dal dirigente scolastico del Romagnosi ai sindacati che insorgono e parlano apertamente di grave danno dopo tante battaglie a favore di lavoratori in difficoltà. La donna rischia, come detto, di essere sospesa dall’incarico – senza retribuzione – per un massimo di 10 giorni