Currò ed il voto anticipato:”5stelle carichi e pronti a ripartire, nessun timore” foto

Il giovane deputato comasco del Movimento non ha paura di fronte a questa ipotesi:"Sereni perchè abbiamo sempre dato il massimo"

Più informazioni su

Viviamo questa notizia tranquillamente, non abbiamo nessun timore: siamo sereni“. È il commento che arriva dal giovane parlamentare comasco Giovanni Currò del Movimento 5 Stelle a proposito di un possibile ritorno alle urne. “Siamo sereni perché sappiamo che abbiamo dato il massimo per il Paese – spiega Currò a 9colonne – ci siamo mostrati responsabili su ogni aspetto. Del resto, l’appello inziale di Mattarella alle forze politiche era alla responsabilità e noi non ci siamo tirati indietro. Ci siamo proposti alla Lega, ci siamo proposti al Pd e l’ultimo passo avanti è stato quello fatto da Luigi Di Maio” ovvero la rinuncia a una premiership. “E’ stato un ulteriore passo in avanti che abbiamo fatto perché vogliamo lavorare per la risoluzione dei problemi del Paese e dare il via ad un Governo del cambiamento. Ce l’abbiamo messa tutta – continua Currò – le nostre condizioni erano chiare: mettere da parte Renzi e Berlusconi e andare avantiLa nostra linea politica oggi può essere solo quella di tornare al voto il più presto possibile” sottolinea dunque il deputato grilliino comasco, eletto alla Camera lo scorso 4 marzo.
Il voto a noi non spaventa. – dice Currò – Viviamo tra i cittadini e li ascoltiamo: sappiamo bene cosa vogliono. Io personalmente sono stato a Sorico e Sondrio questo fine settimana: due comuni che sono feudi delle Lega. Lì ci hanno detto: andate avanti così, siete forti. Oggi come oggi noi siamo ancora più convinti di essere forti. Specie i neo eletti, soprattutto nel territorio, stanno acquistando una forte presenza tra i cittadini cosa che non si può riscontare con le altre forze politiche. Ben venga allora il voto – continua Currò – l’umore è quello giusto anzi siamo anche carichi. Siamo pronti a ripartire. A chi ci chiede ‘non siete scontenti di tornare a casa e rischiare eventualmente di non essere rieletti?” rispondo no, non abbiamo nessun timore. E’ invece stimolante, quando si fa politica, avere un riscontro immediato e costante. Io faccio da tempo politica e continuerò a farla. Fuori o dentro i palazzi darò il mio contributo per cambiare questo Paese

Più informazioni su