Quantcast
Carrozzina

Peccato UnipolSai: con Madrid non si passa, anche stavolta addio Champions

La formazione di Bergna superata 71-64 ad Amburgo. Le parole del tecnico:"Meritiamo di essere qui"

Non riesce nell’impresa una UnipolSai tutto cuore che, solo negli ultimi 3’ di gioco, nella semifinale di Amburgo, ha visto sfumare il sogno di una finale subendo il break dei campioni in carica. Il 71-64 finale consegna ai biancoblù il biglietto per la sfida che vale il terzo posto in Europa. Gli spagnoli dell’Ilunion approdano in finale anche se hanno sofferto in un intenso finale

Con Madrid non si passa. Così è stato nella semifinale 2014, così l’anno scorso nella partita per il titolo europeo a Tenerife e fatalmente anche stavolta ad Amburgo dove la UnipolSai ha tentato tutto quello che poteva per fermare la scia spagnola di finali consecutive (cinque), per invertire l’inerzia e conquistare un sogno che, seppure difficile, era stato meticolosamente preparato. Finisce 71-64 in favore del Club Deportivo Ilunion, dopo tre quarti giocati punto a punto, un enorme lavoro della difesa canturina non sempre valorizzato a dovere in attacco (solo 36% al tiro contro il 55% madrileno). Il cuore non è bastato e non consola l’idea che arrivare tra le quattro più belle d’Europa è già impresa non da tutti. Ora questa sconfitta brucia e fa male. Domani però c’è la finale per il terzo posto, in programma alle 17.00 contro la perdente del serby tedesco tra RSV Lahn Dill e RSB Thuringia Bulls.

Le parole di coach Bergna a fine gara: un elogio ai suoi ragazzi per la grande prestazione

leggi anche
briantea84 basket carrozzina podio amburgo champions cup
Basket carrozzina
La Briantea84 resta ai vertici in Europa: terzo posto per i ragazzi di coach Bergna
commenta