Como, sperimentazione per le telecamete in Ztl: poi arrivano le multe per chi sgarra foto

In questi giorni partita la fase di studio. Nelle prossime settimane i primi riscontri. Forse da giugno le contravvenzioni.

Finora è una prova. Accese da pochi giorni le telecamere che rilevano targhe di auto e veicoli commerciali in entrata ed in uscita dalla zona a traffico limitato di Como. Si sta valutando il sistema di rilevazione e di dati incrociati per capire come funzione e le eventuali criticità. Se tutto dovesse andare per il meglio, ecco allora lo step successivo: le multe per chi sgarra in ingresso e per chi lascia le vetture oltre il tempo consentito alla sosta.  Un sistema già messo a punto dalla precedente amministrazione comunale (con sindaco Lucini ed assessore Gerosa per una cifra di 300.000 euro) ed ora attuato in concreto dal sindaco Landriscina e dai suoi assessori, Vincenzo Bella in partiolare

Le multe per la Ztl di Como potrebbero scattare ai primi di giugno, comunque entro la prossima estate se non ci saranno intoppi. Le telecamere che rilevano targhe ed orari di ingresso e di uscita sono posizionate ai varchi della città murata: via Carducci, Indipendenza, via Rodari, Garibaldi, via Cinque Giornate, via Diaz e via dell’Annunciata.