Quantcast

Gianni Amelio lancia Astra Hub: stasera presenta il suo libro “Padre quotidiano”

Più informazioni su

“Questa è una storia a due voci: la mia e quella di mio figlio” questo il sottotitolo che Gianni Amelio potrebbe mettere al suo libro “Padre quotidiano”, un romanzo dai forti contenuti autobiografici che racconta di in giovane albanese adottato bambino nel 1993 sul set del suo film “Lamerica”.

Il regista di film come “Il ladro di bambini”, “Le chiavi di casa” fino all’ultimo “La tenerezza”, oggi sarà in città alle ore 21 all’Astra, la storica sala cinematografica in cerca di rilancio. Il progetto di un polo culturale che non comprenda solo il cinema e solo l’Astra è stato presentato da Paolo Lipari  in questi giorni. L’iniziativa Astra Hub coinvolge altre sale della Associazione cattolica ente comasco cinema. Da maggio questi cinema della Brianza e della Valtellina verranno messi in rete «per trasmettere in diretta streaming un ricco calendario di eventi culturali e non solo.

In occasione della presenza di Amelio oggi pomeriggio alle 15.30 sarà proiettato nell’ambito del Cineforum e aperto anche ai non soci, il film “La Tenerezza” vincitore di un David di Donatello 2018 per il miglior attore protagonista, Renato Carpentieri. Il film verrà replicato il 18 aprile con doppia proiezione alle 15.30 e alle 21.

gianni amelio astra

Era il 1993 quando Gianni Amelio arrivò in Albania per iniziare le riprese di Lamerica e qui, in un paesino di montagna, durante la lavorazione del film, avvenne l’incontro che avrebbe cambiato la sua esistenza. Conobbe Ethem Zekaj, un uomo della sua età, segnato dalla vita, che vide in lui una possibilità di salvezza per il figlio: un padre affidatario nelle cui mani mettere il futuro del suo affetto più prezioso. Erano gli anni delle migrazioni verso le coste italiane, inseguendo un sogno e una speranza. In un’Albania distrutta dalla guerra, due anime s’incontrarono per non lasciarsi più.

Gianni Amelio, autore a tutto tondo, presenta il suo nuovo romanzo Padre quotidiano, il secondo dopo Politeama. Il libro è disponibile nelle librerie edito da Mondadori.

 

cinema astra

DONA E PRENOTA LA POLTRONA – L’evento di questa sera è ad ingresso gratuito. Sarà possibile, grazie alla nuova piattaforma digitale che sostiene le iniziative di ASTRA, prenotare fino a due poltrone per la serata se si diventa donatori del progetto. Sarà dunque anche il battesimo ufficiale di “Dona e prenota la poltrona”. La campagna di crowdfounding in collaborazione con Fondazione Comasca, per coinvolgere la popolazione al sostegno del rilancio di ASTRA.

Il meccanismo è semplice: per poter avere fino a due poltrone prenotate basterà andare su www.astracinema.it, cliccare dall’homepage su “Dona e prenota” e fare una donazione da 1 euro in su per poi poter scegliere le poltrone in sala. Sulla propria mail sarà spedito il coupon di conferma con l’indicazione in pianta dei propri posti. Il coupon sarà poi mostrato all’ingresso del cinema o su carta, se stampato, o direttamente dal proprio smartphone.Per questo appuntamento e in via sperimentale saranno riservati all’iniziativa “dona e prenota la poltrona” 50 posti da scegliere dall’intera pianta della sala.

Più informazioni su