Quantcast

domenica, 23 gennaio 2022 - Aggiornato alle 19:22

“Mi ha picchiato un poliziotto”: tutto falso, condannato per la calunnia foto

La vicenda è del 2013, protagonista un giovane Pakistano: la sua denuncia al medico del pronto soccorso del Valduce.

Più informazioni su

Sono passati alcuni anni (era il lontano 2013) dal giorno in cui il cittadino del Pakistan (nato nel 1989) affermava, recandosi al pronto soccorso dell’Ospedale Valduce di Como, di essere stato aggredito a più riprese da un agente della Questura di Como dove si era recato in precedenza. Una falsa dichiarazione al medico del pronto soccorso che non non coincideva, però,  con quanto si era verificato in realtà: l’uomo ha poi ammesso di essere stato accompagnato all’esterno degli Uffici della Questura dal poliziotto in servizio presso il corpo di guardia e di essere caduto a terra a causa della stanchezza e della sete e non perché percosso o spintonato.

Valutati gli elementi in proprio possesso, in queste ore il giudice di Como ha condannato il giovane pakistano per il reato di calunnia avendo falsamente accusato l’Agente in servizio: per lui una pena di 1 anno e quattro mesi di reclusione (nonché il pagamento delle spese processuali) pena sospesa grazie alle condizionale.

Più informazioni su