Incontri e testimonianze in Brianza

Mercoledì con un incontro a Merone nel quale si è parlato dell’utilizzo dei beni confiscati alle mafie è ritornata  la rassegna  “4 colpi alla ‘ndrangheta” per conoscere e combattere la criminalità organizzata. L’infiltrazione delle mafie al nord,  in particolare in Lombardia con la Brianza dove la cronaca ha raccontato numerosi fatti criminali,  è cosa ormai acclarata, scopo della rassegna non   è  solo quello  di  informare, ma anche  quello di sensibilizzare i cittadini sulle azioni che si possono  intraprendere per combattere  la criminalità   organizzata   sul  territorio. Ache nei prossimi tre incontri continueranno le testimonianze  di chi ha attivato,  in altri territori,  interventi di lotta  alle  mafie e di uso dei beni confiscati.

La Rassegna è organizzata dal Circolo Ambiente Ilaria Alpi  e Arci Xanadù  in collaborazione con i Comuni e le Biblioteche di Erba, Eupilio, Merone e Ponte Lambro ed è inserita nell’ambito del progetto dal titolo “Creare una comunità alternativa alle mafie. Sostegno alle vittime della criminalità organizzata”, che vede come capofila il Comune di Como, a cui hanno aderito molti comuni della provincia. Il progetto, realizzato in collaborazione con Regione Lombardia, ha lo scopo di creare coscienza critica sulla presenza delle mafie e di sostenere le vittime della criminalità organizzata, purtroppo presenti anche nel nostro territorio.

Questo il programma

4 colpi alla 'ndrangheta