Turismo a Como, il dibattito: anche da noi le proteste per le code alle biglietterie foto

Seconda puntata sull'argomento. Città piena a Pasqua e Pasquetta, ma alcuni turisti ci hanno spedito le loro garbate lamentele per il trattamento ricevuto.

La protesta arriva anche via mail. In inglese e con i toni garbati anche se fermi. E’ quella arrivata alla redazione di CiaoComo in queste ore dopo l’incredibile bagno di folla di domenica e lunedì in città. Migliaia di turisti, forse anche più del previsto, e poi in qualche caso anche il caos. Ed allora registriamo – e chiediamo a voi di dire la vostra – la garbata lamentela di Christopher Coe che con poche righe ci ha chiesto come mai ha dovuto aspettare oltre un’ora per poter fare il biglietto alla Navigazione il giorno di pasquetta per poi salire sui battelli. Sconcertato di come non è possibile – come in altre parti del mondo – fare i ticket online evitando code, rabbia ed attese sotto il sole…….

Oggi anche gli amici di Laketing (Alessandro Nardone ed Erik Senesi) ne hanno parlato con una video-diretta sul loro post. Ecco cosa hanno detto sull’argomento…….

Non solo turisti stranieri, ma anche italianissimi. Come Federico Bernardi che domenica – giorno di Pasqua – ha aspettato decine e decine di minuti prima di fare il biglietto per la funicolare per Brunate. “Mi chiedo e vi chiedo – ci ha scritto in redazione – come mai non è in servizio una biglietteria automatica od una online per le prenotazioni ? Mi pare – aggiunge sarcastico – che Como è città turistica o no ?”. Per la cronaca Federico, con famiglia al seguito, è venuto a Como da Novara.

L’idea di una biglietteria automatica è stata sollecitata al consiglio comunale nei mesi scorsi dal consigliere Fulvio Anzaldo (gruppo Rapinese sindaco) ed è pure passata in aula con il voto unanime. Peccato che tra il dire ed il fare si debba aspettare un pò troppo…..