Il Como riparte da Pontelambro: attese le decisioni del giudice per Bra foto

La squadra di Andreucci da oggi torna al lavoro dopo la Pasqua. In vista la delicata trasferta di domenica. Sicuro out Gentile.

Il Como riparte oggi. Dal campo di Pontelambro per cercare di mettere ancora più sprint a questo finale di stagione. Ed allora ecco grinta e determinazione subito sul terreno di gioco: il tecnico – ed il suo staff – cercherà di chiedere alla squadra uno sprint finale per il torneo di serie D al massimo. Da domenica al 6 maggio, infatti, cinque sfide che possono essere tranquillamente classificate come altrettanti finali: tre fuori casa (domenica a Bra, poi Olginate e Carate Brianza) e due in casa con Gozzano (sfida diretta il 15 al Sinigaglia) e Varesina. Il destino è nelle sue mani: con cinque vittorie – compresa quella con il Gozzano capolista – si va dritti in Lega Pro, altrimenti si rischia di restare invischiati nei play-off.

como - inveruno stadio sinigaglia di como serie d

La squadra riparte oggi, come detto. Resta il silenzio stampa deciso dopo la partita di Voghera e fino a quando i dirigenti azzurri lo riterranno opportuno. Nessun giocatore o dello staff tecnico può rilasciare dichiarazioni. In questa giornata attese le decisioni del giudice sportivo di serie D per le squalifiche rimediate nella gara di giovedì – turno pre-pasquale – contro l’Inveruno in casa. Sicura la squaifica di Gentile (che era in diffida ed è stato ammonito), poi si deve aspettare le decisioni per i tre allontanati dalla panchina: il Team Manager, il Ds Pruzzo ed il vice-allenatore Cau.

Il Como partirà sabato per il ritiro – scelta inusuale per questa stagione – di Bra. Domenica si gioca alle 15, radiocronaca diretta su CiaoComo dalle ore 15.