Quantcast
Como

Finalmente De Gregori! Il 15 luglio in concerto a Como

Il 15 luglio prossimo sarà la prima volta a Como per Francesco De Gregori. E’ vero, ha cantato a Cernobbio, Campione d’Italia, ricordo un concerto negli anni ’70 al Pianella di Cucciago…ma a Como città Francesco non si è mai esibito.

Il 15 luglio all’Arena del Teatro Sociale, nel programam di Como Città della Musica, saranno sicuramente moltissimi gli estimatori comaschi del cantautore romano a cantare “Rimmel”, “Generale”, “Ninononsbagliareilcalciodirigore” e gli altri grandi brani entrati nella storia della musica italiana.

Si chiama semplicemente “TOUR 2018”, il nuovo tour di FRANCESCO DE GREGORI che partirà il 6 luglio e lo vedrà impegnato sui palcoscenici delle più belle e prestigiose località italiane fino a settembre. De Gregori sarà accompagnato sul palco da Guido Guglielminetti al contrabbasso, Paolo Giovenchi alla chitarra, Alessandro Valle alla pedal steel guitar e Carlo Gaudiello al pianoforte, una formazione già sperimentata in autunno nel suo tour in Europa e negli Stati Uniti ma che rappresenta un’assoluta novità per il pubblico italiano.

La scaletta prevede i grandi classici di De Gregori ma anche gioielli nascosti, canzoni “mai passate alla radio” e brani raramente eseguiti dal vivo negli ultimi anni.

«Mi fa piacere quando il pubblico riconosce un pezzo dalle prime note – dichiara De Gregori – ma mi piace anche quel silenzio un po’ stupito che accoglie le canzoni meno conosciute. La bellezza del live è anche questa, la scaletta non deve essere scontata, bisogna mischiare le carte».

Sarà possibile acquistare in prevendita i biglietti a partire dalle ore 16.00 di oggi, lunedì 19 marzo, online su Ticketone.it e su www.teatrosocialecomo.it mentre  da martedì presso la biglietteria del Teatro.

PREZZI:

V.I.P. PACK      140 € + prev.

I settore          55 € + prev.

II settore         46,50 € + prev.

Posti in piedi   36 € + prev.

 

leggi anche
vinicio capossela
Cultura e spettacoli
Festival Como Città della Musica 2018: Capossela e Filarmonica Arturo Toscanini in un eclettico concerto
commenta