Menaggio, notte folle in centro paese: tre furti di fila, beccato dai carabinieri foto

Un giovane turco finisce in manette: prima al bar, poi al Consorzio ed infine alla Navigazione.

Tre furti a distanza ravvicinata prima di essere fermato dai carabinieri. Arrestato dopo la notte folle a Menaggio: si tratta di un giovane turco, già noto alle forze dell’ordine, comparso oggi di fronte al giudice di Como per furto aggravato e tentato furto. Il giudice ha disposto per lui l’obbligo di firma ai carabinieri e rimandato il processo al prossimo 21 marzo

 

I fatti

Il giovane, intorno alla 1 della notte scorsa , è entrato all’interno del bar il “Divino 13”, di via Enrico Caronti a Menaggio, rompendone il vetro della porta d’ingresso; qui ha rubato dalla cassa la somma di 100 euro ed uno smartphone del titolare. Circa 50 minuti dopo, recatosi nella vicina piazza dell’Imbarcadero, dapprima, tentava di entrare nel Consorzio Agrario frantumandone la vetrata di una porta d’ingresso laterale, per allontanarsi non appena percepiva la presenza all’interno di uno dei titolari,

Subito dopo, si recava nella vicina Biglietteria della società di Navigazione Lago di Como, ove frantumava la porta a vetri della sala d’aspetto con una transenna metallica trovata per disciplinare l’afflusso dei passeggeri ai natanti. Il rumore dei vetri infranti, destava l’attenzione di personale della stessa Aliquota Radiomobile, a diporto in quella piazza, che, subito interveniva bloccando il giovane turco, ricevendo manforte da sopraggiunto personale della stessa Aliquota Radiomobile Carabinieri, in servizio di Pronto Intervento, che già era sulle sue tracce.

A seguito di perquisizione personale, veniva trovato in possesso del solo smartphone asportato, poi restituito ai proprietari, mentre si suppone che la somma di 100 euro l’abbia impiegata tentando la fortuna alle slot machine tra il primo furto ed il secondo tentato furto.