Quantcast

Ecco il nuovo Parlamento: sei deputati comaschi, quattro sono della Lega foto

Il Ministero ufficializza i risultati del plurinominale: a Roma anche Zoffili ed il vice-sindaco di Como Locatelli. Ce la fa Chiara Braga, la novità di Currò (5Stelle)

Adesso è tutto certificato. Il Ministero dell’Interno ha ratificato in queste ore i nuovi eletti al Parlamento (legislatura al via il 23 marzo). Sei di loro sono comaschi, altri eletti nei collegi lariani anche se non sono nati qui. Ecco il dettaglio. Il pienone lo fa la Lega che manda a Roma ben quattro esponenti: alla Camera il riconfermatissimo Nicola Molteni assieme ad Eugenio Zoffili (consigliere comuale di Erba) ed Alessandra Locatelli (vice-sindaco di Como), al Senato il vice-sindaco di Erba Erica Rivolta (tutti assieme nella foto sopra) In aggiunta anche il lecchese Roberto Paolo Ferrari, eletto sempre nel Collegio Lombardia 2 del plurinominale.

Gli altri due comaschi che vanno alla Camera sono Chiara Braga (Pd) e Giovanni Currò, 30enne rappresentante dei 5Stelle. La rappresentante del Pd è riuscita a strappare il biglietto per Roma grazie ai cosidetti “resti” del suo partito, uscito con le ossa rotte da questa tornata elettorale. Currò, che lavora in centro città con un suo studio professionale, è stato eletto con il plurinominale di Lombardia 2 dietro a Fabiola Bologna. In Parlamento anche un altro comasco come Alessio Butti (Fratelli d’Italia) che ha vinto il collegio uninominale del lecchese.

Dal Lario a Roma – ma senza essere nati qui come tutti gli altri (Currò a dire il vero è di Messina, ma in città si è trasferito da piccolo con i genitori) – Licia Ronzulli per il Senato di Cantù e Laura Ravetto (Camera deputati collegio di Como).