Quantcast
Un pezzo di noi.....

Ecco la presa diretta di CiaoComo: rimosso il battello-gelateria dopo 10 anni

Con noi tutto live: operazioni preliminari, intervista all'assessore e poi il momento dell'allontanamento dalla città. Le lacrime del proprietario.

L’operazione di rimozione questa mattina dopo tanti annunci. Stavolta è stato tutto vero. Il battello-gelateria del Lario, da anni in condizioni di totale degrado ed abbandono sul lungolago di Como, è stato spostato prima delle 10 dagli operai della Navigazione. Accordo bonario con il Comune per questa operazione. Sopra e sotto i nostri video e la presa diretta dalla pagina di Facebook con l’intervista all’assessore al Patrimonio Pettignano. Per molti è stata una tappa quasi obbligata negli anni 90 quando aveva aperto l’attività: poi, lento ed inesorabile con l’avvio del cantiere, il suo declino.

Presente anche il proprietario Egidio Sangiorgio, sulla sedia a rotelle. Momento difficile per lui che ha visto allontanarsi l’attività sulla quale ha molto creduto e che è stata messa in ginocchio dall’arrivo del cantiere delle paratie oltre 10 anni fa. Le sue lacrime, chiuso nel cappotto per ripararsi dal freddo, molto commoventi. Per questo abbiamo deciso di rispettare il suo dolore personale evitando la pubblicazione di ogni foto tranne quelle del battello.

LA DIRETTA DI CIAOCOMO DALLA PAGINA DI FACEBOOK

 

https://www.facebook.com/ciaocomo/videos/1661018107297631/

 

 

leggi anche
battello del lario da rimuovere lago di como gelateria galleggiante
La svolta
Stavolta tutto vero: il battello-gelateria spostato dal primo bacino del lago
battello-gelateria lungolago di como, situazione di degrado
Il caso
Il battello dismesso sempre al suo posto:”Ma è vicino l’accordo per la rimozione”
battello-gelateria lungolago di como, situazione di degrado
Il contenzioso
Il battello-gelateria sempre più nel degrado:”Ma non dovevano rimuoverlo ?”
battello del lario cantiere di Tavernola operazione di smantellamento
Un pezzo di como
Addio Battello del Lario: smantellato pezzo dopo pezzo al cantiere di Tavernola
commenta