Viadotto dei Lavatoi, altri guai oltre ai camion: lavori al via, ma senza chiusura fotogallery

La conferma arriva dal Comune. Il 14 febbraio il Tribunale nomina il Consulente per l'analisi dei piloni danneggiati: Palazzo Cernezzi vuole i danni

Da domattina tornano gli operai al Viadotto dei Lavatoi a Camerlata. Non bastassero i disagi legati ai camion che provano – senza rispettare i cartelli di divieto – a passare per accorciare la strada da percorrere, il comune di Como conferma che nelle prossime ore ci saranno altri modesti interventi sulla struttura. Nessuna chiusura prevista – oltre alla limitazione per i Tir in atto – ma una sistemazione dei piloni maggiormente danneggiati per garantire la massima sicurezza a chi ci passa ogni giorno.

I piloni del viadotto dei lavatoi da sistemare

Il 14 febbraio – altra conferma da Palazzo Cernezzi – il Tribunale nominerà il perito incaricato di fare una analisi completa dei piloni e della struttura portante il Viadotto. Secondo il sindaco Landriscina e la sua giunta ci sarebbero state irregolarità da parte di costruttori, tecnici e precedenti amministratori nella conclusione di questa opera. Da qui la richiesta dei danni, tutta ancora da valutare in termini economici. Ma scure sempre attiva su chi ha preceduto l’attuale sindaco.