Prepariamo il Carnevale nel mondo di Celeste Costumi

Più informazioni su

Siamo già a Carnevale…quest’anno è arrivato presto e, complice un inverno mite, sono in molti a voler festeggiare i “giorni grassi”, magari mettendosi in maschera. Un piacere, quello del travestimento, considerato una “cosa da bambini”, invece le sue origini nascono proprio da un’esigenza degli adulti. La storia parla del Carnevale come di un periodo in cui le persone si davano agli eccessi, cibo, bere e piacere di ogni tipo. Visto che capitava sovente di infrangere la legge, e comunque a nessuno piace sporcare la propria reputazione, i pià licenziosi iniziarono a nascondere la propria identità dietro a delle maschere. Senza volto uomini e donne potevano concedersi ogni tipo di piacere senza essere riconosciuti.

celeste costumi

Esigenze di anonimato a parte il significato più recondito del mascherarsi è quello di avere la possibilità di togliersi i propri “abiti” per assumere le sembianze di qualcun altro. Ciò che si sceglie di indossare rappresenta un modo per infrangere regole, ruoli e convenzioni e può anche nascondere alcuni aspetti psicologici di una persona.
Come l’attore ogni volta che interpreta un personaggio, vive una vita momentaneamente parallela e non sua, così quando una persona si maschera ha la possibilità di assumere le sembianze di qualcun altro, solitamente molto diverso dalla propria identità, e ha la possibilità di esprimere aspetti che quotidianamente deve negare.
Inoltre la maschera nasconde una parte del proprio io e mette in evidenza un’altra parte di se stessi, spesso tenuta nascosta, e per un giorno la persona può esternare e dare vita a fantasie che nella vita di ogni giorno non farebbe mai, per paura di mostrare degli aspetti di sé sconosciuti.

Dallo scorso settembre a Maslianico è operativo un noleggio di costumi storici e teatrali con il nome della proprietaria: Celeste Costumi (via Burgo, 13 tel 349 1545699). Celeste ha rilevato l’attività da due anziani coniugi del milanese che a loro volta l’avevano ereditata dai genitori, perciò alcuni costumi della collezione sono vecchi di 100 anni.

Celeste ci ha raccontato la sua scelta di lasciare un lavoro sicuro come impiegata per intraprendere un’attività molto particolare, ma l’amore per la sartoria e i costumi teatrali (da giovane ha lavorato come costumista al Teatro Sociale), l’ha convinta a questo passo.

Entrate con noi nel mondo di Celeste Costumi e scegliete chi volete essere per Carnevale.

 

 

Più informazioni su