Le foto

Terrorismo, due arresti ed un allontanamento da Fenegrò: ecco chi sono i fermati fotogallery

Le immagini di padre e figlio diffuse oggi dalla Questura nel presentare i dettagli di questa operazione. Padre in carcere, il figlio è in Siria: ora mandato di cattura internazionale.

A Fenegrò, in una casa popolare del paese, restano gli altri due figli della coppia egiziana-marocchina. Che, da tutti gli accertamenti compiuti, non hanno mai voluto “abbracciare” il radicalismo di papà Sayed, 53 anni e dell’altro fratello Saged, 23 anni, attualmente in Siria per combattere con lo Stato islamico. I due non c’entrano nulla con la clamorosa operazione – ripresa oggi da tutti i media nazionali – che ha portato al fermo di padre e figlio (eseguita solo la custodia cautelare del genitore visto che il figlio, tecnicamente, è irrintracciabile) ed all’allontanamento dall’Italia – per ragioni di sicurezza nazionale – della moglie e madre, Halima Imrane, 45 anni, marocchina. Oggi stesso viene accompagnata in aereo nel suo paese d’origine.

 

La coppia viveva da anni in una abitazione di Fenegrò, nell’olgiatese, Lì si erano stabiliti da anni e lì avrebbero ricevuto di continuo foto e video dal figlio maggiore Saged, finito in Siria a combattere. Lì ha trovato una ragazza con la quale ha un figlio di tre anni. Per lui provvedimento di cattura internazionale: può solo restare lì per non essere arrestato.

Più informazioni
leggi anche
rusconi e molteni dopo visita tavernola
La protesta
Gli arresti per terrorismo, la Lega alza la voce:”Territorio abbandonato dal Governo”
commenta