Quantcast
La criticità

Una marea di turisti in arrivo:”Ma bisogna almeno sapere parlare bene l’inglese….”

Il settore extralberghiero va fortissimo nel comasco. Vanossi (Amministrazione provinciale):"Occorre, però, anche un pò di professionalità da parte di tutti..."

Turisti sul lago – Eh già, almeno un pò di attenzione e professionalità. “Cosa che non guasta ed anzi, viene richiesta. Altrimenti meglio lasciar perdere….” precisa Giovanni Vanossi, delegato al turismo dell’Amministrazione provinciale di Como. Perchè è vero che i tursti sono sempre tanti ed in crescita, perchè è vero che le strutture extralberghiere sono al completo da tempo, ma è altrettanto vero che poi si deve saper accogliere bene il turista. In particolare se straniero. E non sono mancate critiche a chi – in questo settore – spesso prova ad improvvisare. Con accoglienza non  adeguate, strutture non di livello e sopratutto con un inglese un pò….maccheronico per così dire. Ammissione diretta (video sopra) dello stesso Vanossi che richiama tutti ad una importante professionalità per non danneggiare l’intero settore.

leggi anche
Frotte di turisti a Como per l'agosto 2017: un pienone ovunque
Dati ancora ok
Lago di Como, i turisti non si fermano mai: trend in crescita dal 2007, boom di stranieri
commenta