La Como violenta: pugno in faccia alla cassiera e sassate contro la porta dei vigili foto

Due episodi distinti in queste ore, ma che fanno salire la preoccupazione in città. In carcere un giovane irregolare africano, denunciata la comasca del secondo episodio.

La Como violenta ha il volto di un giovane del Gambia, irregolare in Italia, che pur di rubare un paio di jeans da 30 euro dal negozio Chiara Moda in via Milano non ha esitato a colpire la giovane commessa che lo cercava di fermare: pugno in volto e via a piedi per le strade della zona fino a via Adamo del Pero dove i carabinieri lo hanno poi intercettato grazie anche ad alcuni cittadini. Arrestato e portato in carcere Bajo Bakari, questo il suo nome, 25enne del Gambia come detto. Il giudice ha disposto la carcerazione dopo la sua reticenza di fronte a lui questa mattina.

 

E la Como violenta ha anche il volto di una 50enne comasca che è stata denunciata – ma ha rischiato seriamente il fermo – dalla polizia locale dopo avere preso a sassate la vetrata del comando di viale Innocenzo nel cuore della notte tra venerdì e sabato. L’hanno poi fermata alcuni colleghi dell’unico vigile in servizio in quel momento: aveva addosso uno zaino con coltelli, bastoni ed altri oggetti per offendere tra cui diversi sassi. Inoltre, sempre nello zaino, una pistola carica e non clandestina. Ora resta da accertare se è sua oppure no, ma di fatto un’arma regolare. Tutto sequestrato