Quantcast

Alcool e nuove droghe, a Como un convegno per conoscere e saper intervenire foto

E' in programma per lunedì prossimo in Camera di commercio. Molte sostanze disponibili sul web, si beve fin dall'adolescenza.

Il fenomeno dell’abuso etilico e delle nuove droghe è il tema del convegno “Alcool e nuove sostanze Psicoattive nel Mondo Giovanile. Accrescere le conoscenze per migliorare gli interventi” che si svolgerà lunedì 22 gennaio dalle 8 alle 14 in Camera di Commercio a Como (via Parini 16). L’evento formativo è organizzato dal Dipartimento di Salute Mentale e delle Dipendenze dell’Asst Lariana insieme alla Società Italiana di Tossicologia – Sitox. Gli esperti analizzeranno l’abuso di alcool in età pediatrica e adolescenziale, le nuove droghe da un punto di vista tossicologico con un focus sui danni a lungo termine e le psicosi sintetiche.
ALCUNI DATI PER CAPIRE IL PROBLEMA

La familiarità con le droghe del mercato illegale (disponibili nel web) e con l’abuso di alcool si è estesa oggi tra gli adolescenti e i giovani con modalità e frequenza d’uso un tempo non rilevabili, caratterizzate da diffusione capillare e nuove modalità di assunzione. L’estensione del fenomeno, che oggi interessa i giovanissimi in numero inquietante, già a partire dalla scuola media inferiore (Report European School Survey Project on Alcohol and other Drugs, 2015), determina la “selezione” di soggetti vulnerabili in numero crescente; per essi l’esperienza si traduce in un disturbo da uso di sostanze con dipendenza e abuso, anche per le droghe erroneamente considerate ricreazionali e incapaci di creare dipendenza.  Accanto alla novità “chimica” di alcune delle sostanze utilizzate, si evidenziano oggi nuove modalità di consumo, favorite dalla spinta del mercato a promuovere atteggiamenti mentali illusori che si abbia a che fare con consumo voluttuario-ricreazionale, del tutto controllabile e che non crei dipendenza. Tutto ciò, favorito anche da formulazioni attrattive di pasticche colorate e ingentilite da simboli “simpatici”, ha aperto la strada a sostanze di sintesi dalla potenza di sballo e pericolosità crescenti (Nuove Sostanze Psicoattive), in costante associazione con le sempreverdi bevande alcoliche.