Quantcast

Bancarotta del Como: arresti domiciliari per gli ex vertici della società azzurra foto

La Finanza notifica il provvedimento a Pietro Porro e Flavio Foti. Numerose le perquisizioni effettuate a carico di altri indagati.

Blitz all’alba e due arresti. I finanzieri del nucleo di polizia tributaria hanno eseguito, questa mattina, due ordinanze di custodie cautelare agli arresti domiciliari a carico dell’ex presidente e dell’ex vicepresidente del Calcio Como Pietro Porro e Flavio Foti. Entrambi sono accusati di bancarotta fraudolenta per il fallimento della società azzurra che hanno guidato negli anni scorsi. I finanzieri hanno anche effettuato una serie di perquisizioni, non soltanto a carico dei due arrestati, ma anche di altre persone coinvolte in questa vicenda.

presidente como porro in tribunale

L’indagine è scattata dopo l’istanza di fallimento della società presentata dalla Procura di Como nell’estate del 2016 prima del fallimento. Tra le accuse mosse il passaggio di proprietà del centro sportivo di Orsenigo dal Calcio Como alla S3C, società di proprietà degli stessi ex amministratori. Una circostanza che, secondo la Procura cittadina, avrebbe privato il Como di un patrimonio immobiliare importante.