Inverigo, senza biglietto sul treno litigano con vigili e carabinieri: nigeriani arrestati foto

E' successo alla stazione di via della Vittoria. I due hanno tenuto un atteggiamento minaccioso ripetutamente. Sono entrambi richiedenti asilo ospitati da una struttura di Novara.

Resistenza e violenza a pubblico ufficiale, ma anche interruzione di servizio pubblico. Sono i reati che i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Cantù contestano a due cittadini nigeriani (rispettivamente classe 1993 e 92) entrambi richiedenti asilo, ospitati dalla casa di accoglienza “Versoprobo” di Tornaco (NOvara). L’episodio è avvenuto ad Inverigo, via della Vittoria, presso la Stazione Ferroviaria Trenord.

I militari sono intervenuti a seguito di una richiesta di ausilio pervenuta da personale della Polizia Locale di Inverigo. Gli agenti, in precedenza, erano stati minacciati dai due che, poco prima, erano stati sorpresi dal capo-treno del convoglio Trenord 756 – tratta Milano-Asso senza biglietto e si erano rifiutati di fornire le proprie generalità, mostrando inoltre un atteggiamento minaccioso. Stesso trattamento, i due, hanno riservato ai carabinieri: minacce e spintoni per non essere identificati. La condotta dei due nigeriani, tuttavia, ha creato disagio allo specifico settore dei trasporti: a causa della prolungata sosta presso la stazione di Inverigo, il treno è stato poi soppresso dalla direzione Trenord.

Gli arrestati sono stati trattenuti in camera di sicurezza della caserma di Cantù in attesa di rito direttissimo disposto per la mattinata di oggi al Tribunale di Como.