Ciakkare, i ragazzi della provincia di Como si sfidano a suon di video.

Più informazioni su

Proprio in questi giorni si parla tanto di verbi "italiani" nati da espressioni anglosassoni, quello più di moda adesso a Como è di certo Ciakkare. Sta infatti arrivando a conclusione la prima parte del concorso patrocinato, e sostenuto economicamente, dal Comune, di cortometraggi. Una gara aperta agli studenti delle superiori e ai centri di formazione professionali, non solo della città ma anche della provincia, e organizzato da Slogan S.r.l. e dalla Provincia Editoriale. L'obiettivo è quello di stimolare la creatività, utilizzando soprattutto i nuovi mezzi, videofonini e tablet in primis, trovando per loro un ruolo educativo e funzionale, anziché alienante.

La prima fase, che si concluderà il 31 dicembre, ha visto i tre assessori più direttamente coinvolti (Politiche Giovanili, Marketing Territoriale e Politiche Educative) prestarsi per comunicare l'iniziativa ai giovani, proponendo loro due temi specifici. “L'ambiente siamo noi” in cui si auspica che i video possano invogliare a curare e divulgare la bellezza degli spazi urbani e naturali. E “Un lago da film”, che si propone di mettere il Lario e i suoi passaggi cinematografici al centro della questione.

La seconda fase invece, che si realizzerà tra febbraio e maggio 2018, prevede la realizzazione vera e propria dei video da parte degli studenti e ovviamente la successiva votazione e infine la premiazione presso UCI Cinema di Montano Lucino. Ecco l'iter con cui è possibile partecipare:

I filmati potranno essere girati con videocamera, fotocamera, tablet, cellulari e qualunque altro strumento simile, basta che siano realizzati in uno dei formato gestibili sulla piattaforma YouTube. Elemento invece assolutamente centrale e la durata, che non dovrà superare i 10 minuti.
Il concorrente dovrà registrarsi sul sito www.bibazz.it e qui indicare il link alla pagina YouTube in cui il video è stato precedentemente caricato da lui, in autonomia. Ma è anche possibile consegnare il materiale su DVD o chiavetta USB, alla segreteria di redazione della Provincia, in via de Simoni 6, a Como. È importante nominare il file con cognome e nome dell'autore, istituto e classe di appartenenza e titolo del video. Se avete dubbi comunque il regolamento completo lo trovate su www.bibazz.it.

Più informazioni su