Quantcast

Asso: marocchino condannato a 15 anni di carcere per l’omicidio del connazionale foto

Il fatto avvenuto a marzo dopo una serata senza freni. Il giudice rigetta l'attenuante della provocazione. In casa anche alcune giovani della zona.

Omicidio volontario. Il giudice delle udienze preliminari di Como ha condannato a 14 anni e 8 mesi di carcere Norddine El Amari, 29 anni, marocchino, arrestato nel marzo scorso con l’accusa di aver accoltellato un 26enne connazionale durante una lite, episodio avvenuto in località Gemù ad Asso dopo una serata a base di alcool e droga (presenti anche alcune ragazze minorenni della zona)

conferenza stampa carabinieri delitto di asso

Il giudice ha respinto la richiesta degli avvocati difensori di assolvere il giovane per legittima difesa o, in subordine, di derubricare l’accusa in quella meno grave di omicidio preterintenzionale: non riconosciuta l’attenuante della provocazione. Secondo il giudice Francesco Angiolini è stato un delitto volontario. Il pubblico ministero, Daniela Maroni, aveva chiesto per il marocchino una pena finale leggermente più alta: 16 anni.