Quantcast

Blitz della Digos a casa degli Skineads veneti: sotto sequestro documenti ed i Pc foto

Polizia a casa dei 13 che hanno fatto irruzione a Como senza frontiere. Il procuratore di Como:"Da valutare la loro strategia".

Blitz stamane della Digos nelle case degli Skineads Veneti protagonisti dell’irruzione a Como senza Frontiere. La decisione è della Procura cittadina. Controlli disposti in tutte le abitazioni dei 13 denunciati dalla polizia per questa incursione il 28 novembre. Il Procuratore di Como Piacente conferma:”Stiamo valutando se dietro c’è una strategia penalmente rilevante”.
Le perquisizioni sono state svolte stamane in contemporanea in diverse città tra cui Genova, Lodi, Mantova, Brescia, Piacenza.

skineads veneti in corteo

Nessuna comunicazione su eventuali ritrovamenti di documenti o altri oggetti utili alle indagini: di sicuro gli investigatori hanno trovato e sequestrato documenti al vaglio ora della Digos e del Servizio per il Contrasto dell’Estremismo e del Terrorismo Interno – Ucigos. Le perquisizioni a casa dei 13, tutti già noti alle forze dell’ordine, hanno portato al sequestro di pc, tablet e altri supporti informatici per verificare se il blitz di Como era stato pianificato da tempo. E se, cosa che ha ammesso il Procuratore Piacente, se dietro c’è una strategia sovversiva penalmente rilevante”