Quantcast
Le conseguenze

Como senza frontiere, la Questura denuncia gli skinead veneti: ecco chi sono

Vicenda che sta diventando un caso nazionale. La polizia al lavoro per risalire alla loro identità. Il video che ha fatto tanto scalpore.

Saranno tutti identificati e denunciati gli autori della irruzione di ieri sera, al Chiostrino di Sant’Eufemia a Como durante la riunione della rete di Como senza frontiere: un gruppo di skinead veneti ha bloccato i lavori e letto un comunicato sull’invasione di persone straniere. Momenti di forte tensione anche se poi la situazione è tornata alla normalità. I responsabili di Como Senza Frontiere sono rimasti sbigottiti ed in silenzio in attesa che i naziskin uscissero dalla sala. Sopra il video di Ecoinformazioni di quei momenti ed il loro audio.

 

La polizisa ha fatto sapere che i protagonisti saranno perseguiti. Identificazione – già quasi completata – e la denuncia per violenza privata. Si tratta di giovani veneti appartenenti a gruppi di estrema destra. Skinead appunto. La vicenda sta diventando in queste ore un autentico caso nazionale visto che è stata ripresa da tutti i maggiori quotoidiani online con grande evidenza. I protagonisti dell’irruzione sono entrati in azione a volto scoperto: si mostrano senza problemi nel video.

 

 

leggi anche
braga e guerra 2
Interrogazione
Irruzione razzista a Como senza frontiere, caso al Ministro:”Azione grave, no il silenzio”
naziskin a como senza frontiere
Senza paura....
Como senza frontiere dopo l’attacco:”Squallida buffonata, non ci facciamo intimidire…”
naziskin a como senza frontiere
Il fatto della settimana
Como senza frontiere, parlano gli Skineads:”La nostra azione contro l’invasione….”
commenta