Rissa ed accoltellamento a Lugano, i carabinieri fermano a Como il responsabile foto

E' un 45enne cittadino cubano che abita sul nostro territorio. Scattano i fermi anche nel mendrisiotto.

Un fermo a Como dopo la rissa con accoltellamento avvenuta il 21 ottobre scorso al Quartiere Maghetti di Lugano: è stato arrestato un 45enne cittadino cubano residente in provincia di Como. L’uomo è stato fermato dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Como in base a un mandato di arresto internazionale del Ministero pubblico, spiccato a seguito degli accertamenti d’inchiesta degli inquirenti della Polizia cantonale. Il 45enne è sospettato di essere l’autore dell’accoltellamento. Saranno espletate nei prossimi giorni le pratiche relative alla richiesta di estradizione.

 

A seguito del suo arresto, proprio in queste ore nel Mendrisiotto sono state arrestate altre tre persone sospettate di avere partecipato alla rissa. Si tratta di un cittadino svizzero di 22 anni, di un cittadino boliviano di 23 anni e di un cittadino cubano di 25 anni, tutti domiciliati nella regione. Le ipotesi di reato nei confronti dei quattro arrestati sono di tentato omicidio intenzionale, rissa, lesioni gravi subordinatamente semplici qualificate e infrazione subordinatamente contravvenzione alla Legge federale sulle armi. Nessuna ulteriore informazione verrà rilasciata dalla polizia cantonale per non pregiudicare l’esito dell’indagine. L’inchiesta è coordinata dal Sostituto Procuratore generale Antonio Perugini.

(foto TI.Press da Ticinonline.ch)