CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Ma che strepitosa Red October: Culpepper la porta al successo a Pistoia foto

I brianzoli sfatano il tabù del PalaCarrara e vincono con il suo leader sugli scudi: 41 di valutazione. Qui i brianzoli non avevano mai ottenuto punti.

Più informazioni su

La Red October Cantù di coach Marco Sodini spazza via la The Flexx e conquista la prima vittoria esterna della stagione su uno dei campi più difficili dell’intera Serie A. Al termine del match il tabellone dice 82-93: primo successo di sempre in quel di Pistoia per la formazione canturina, che sfata così il tabù del “PalaCarrara” dove non aveva mai vinto in passato (4 a 0). Serata magica per la Red October, trascinata da un Randy Culpepper versione MVP, autore di 36 punti e 41 di valutazione (10 falli subiti). Ai padroni di casa, invece, non bastano i 26 punti di Markus Kennedy. Con questo successo Cantù sale a quota 6 punti in classifica, con un bilancio di 3 vittorie e 3 sconfitte dopo sei giornate.

LA CRONACA

Prima frazione a stampo biancoblù, con Crosariol leader dell’attacco di coach Sodini fin dalle prime battute di gioco. Tuttavia, sono i padroni di casa a partire bene: tripla dall’angolo di Mian e 6-2 Pistoia. Cantù pareggia in un lampo grazie all’asse Culpepper-Burns, 6 a 6. Crosariol ancora decisivo con punti, assist e stoppate, parità anche dopo 5′ (10-10). Il sorpasso della Red October arriva poco dopo, dalla lunetta, Burns fa 2/2 ai liberi, portando i suoi avanti 12 a 10. I biancoblù ci prendono gusto: Parrillo, dall’arco dei tre punti, trascina Cantù sul +6 (16-22). Entusiasmo sulla panchina ospite, 17-24 al 10′.

In avvio di secondo periodo sono ancora i canturini a segnare un canestro dietro l’altro, continuando sulla falsa riga del primo quarto. Thomas per Burns, +9 Cantù (17-26). Gli uomini di coach Sodini tentano la fuga con Parrillo, che colpisce Pistoia con un’altra tripla delle sue. 31 a 20 per la Red October, toscani in confusione. Al 13′ la terna arbitrale sanziona Smith con un fallo, il suo terzo personale, che comunque non compromette l’allungo brianzolo. La furia dei biancoblù non si placa: Chappell, Burns e uno scatenato Crosariol danno spettacolo, portando il vantaggio ospite sul +14 (23-37). Time out obbligato per Pistoia, che reagisce alla ripresa del gioco con il duo Moore-Kennedy, ricucendo in parte lo svantaggio. Ma Cantù non molla, anzi: Culpepper realizza il massimo vantaggio biancoblù, portando la Red October sul +15 (27-42) a tre minuti dall’intervallo lungo. In chiusura di primo tempo “schiacciatona” di Culpepper, ancora protagonista nel pitturato difeso dalla The Flexx. 34-50 al 20′.

Crosariol decisivo anche al rientro dagli spogliatoi, già in doppia cifra dopo settantacinque secondi della ripresa. Suo il canestro del +20 (34-54), che fa volare la Red October in apertura di terzo quarto. I padroni di casa provano a rientrare ma Culpepper tira fuori dal cilindro un’altra magia, Cantù saldamente avanti 58 a 40. Pistoia, nonostante un fallo tecnico fischiato a Mian, prova a reagire ma l’energia di Burns permette ai brianzoli di mantenere il proprio vantaggio con tranquillità. Una tranquillità che per Cantù finisce quando Thomas spende il suo quinto fallo personale, al 28′, dopo un fallo tecnico fischiato a suo sfavore per plateali proteste. L’episodio agevola la rimonta della The Flexx, iniziata con la tripla di Sanadze che permette ai locali di accorciare le distanze. 63-70 al 30′.

Grandissima reazione dei padroni di casa che, tra la fine del terzo periodo e l’inizio del quarto, riescono a mettere i brividi alla Red October, avvicinandosi canestro dopo canestro. A suonare la carica è il capitano di casa, il quale manda a bersaglio due “bombe” consecutive che al 33′ portano Pistoia ad un solo possesso di distanza da Cantù (74-77). Ma proprio quando la beffa sembra concretizzarsi, a tirare fuori dai guai i biancoblù ci pensa la coppia Culpepper-Crosariol, maestosi negli ultimi minuti del match così come per tutta la durata della gara. Il primo incanta nella metà campo offensiva con 16 punti nel solo quarto quarto, mentre il secondo si rende protagonista di alcune giocate difensive sorprendenti che permettono a Cantù di violare il “PalaCarrara”. Finisce 82-93, Cantù brava a resistere all’assalto finale degli avversari nonostante i problemi di falli dei suoi giocatori migliori (capitan Chappell fuori al 34’ con 5 falli e Crosariol in campo per tutto il quarto periodo con 4, oltre al già citato Thomas). La Red October tornerà in campo sabato prossimo contro i campioni d’Italia in carica della Reyer Venezia, in casa, dopo essere uscita a testa alta da due trasferte consecutive contro Avellino e Pistoia.

 

THE FLEXX PISTOIA-RED OCTOBER CANTU’ 82-93
PISTOIA: Kennedy 26, Laquintana 8, Mian 8, Gaspardo 12, Onuoha N.E., Bond 4, Magro 2, Gordon 6, Sanadze 10, Moore 6. All. Esposito
CANTÙ: Smith 5, Culpepper 36, Cournooh 5, Parrillo 6, Tassone 0, Crosariol 13, Maspero 0, Raucci N.E., Chappell 8, Burns 14, Thomas 6. All. Sodini

(foto Ciamillo dal sito ufficiale Pallacanestro Cantù)

Più informazioni su