Don Guanella, la pensionata davanti al giudice:”Non sono stata io ad ucciderla…” foto

Antonieta Pellegrini nega il suo coinvolgimento nel delitto di Dolores De Bernardi. Ammette solo di averle pulito la bocca. Resta ai domiciliari.

Lo sguardo perso nel vuoto, il corpo esile. Appare frastornata nell’aula del Tribunale di Como dove la aspetta il Gip per l’interrogatorio di convalida del fermo (agli arresti domiciliari). Antonietta Pellegrini si guarda attorno e fatica quasi a rendersi conto dove si trova e la gravità del gesto che le viene contestato: il delitto di una degente del Don Guanella di Como, Dolores De Bernardi, 91 anni, avvenuto a fine settembre per soffocamento. La donna al giudice nega di averla uccisa lei infilandole dei guanti in bocca, ma ammette di averle pulito la bocca. Ammissione anche sul furto dei guanti per metterli sul comodino della vicina di stanza di Dolores per far ricadere su di lei i sospetti. Alla fine il giudice ha convalidato il fermo e disposto per Antonietta Pellegrini la permanenza agli arresti domiciliari.