CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Il Festival di Bellagio e del Lago di Como: la prima settimana di ottobre da Arosio a Torno

La prima settimana di ottobre del Festival di Bellagio e del Lago di Como prende avvio il 5 ottobre alle ore 21, presso la Chiesina di San Filippo Neri ad Arosio. In programma, un evento speciale dedicato alla musica e al cinema, con la proiezione di un film importante dedicato all’indimenticabile figura di San Francesco d’Assisi. Il film muto Frate Sole del 1918, con la regia di Ugo Falena e Mario Corsi, racconta la vita di San Francesco; ripartito in quattro episodi: la sua vita, l’epoca – piena di luci e ombre – in cui il santo vive e compie la sua scelta di povertà, da figlio del mercante a frate. Le musiche originali di Luigi Mancinelli vengono rivisitate e adattate al film, con una visione compositiva unitaria e innovativa dalla pianista-compositrice Rossella Spinosa, appositamente per l’organico de I Solisti Lombardi. All’organo il M° Rossella Spinosa, nella veste anche di concertatrice del gruppo da camera, Giorgio Pertusi al violino, Elena Venturini al flauto e Silvia Manzo al violoncello.
Ingresso libero

 

festival di belalgio ottobre 1

Secondo appuntamento della settimana vedrà invece il ritorno del Festival a Bellagio il 7 ottobre, sempre alle ore 21, nella Ex Biblioteca Comunale, con un concerto da atmosfere barocche. Protagonista della serata il duo Douces Harmonies, formato da Giusi Malito al flauto e Angela Ignacchiti al clavicembalo. Un programma con i nomi più importanti del barocco, ovvero Bach, Haendel, Vivaldi, senza dimenticare però la musica per cembalo di Henry Purcell.
Ingresso libero

Ultimo appuntamento della settimana, domenica 8 ottobre alle ore 21 a Torno, nella splendida cornice della Chiesa di San Giovanni. Protagonisti dell’evento saranno i solisti dell’Umbria Ensemble, con Francesco Parrino e Cecilia Rossi ai violini, Luca Ranieri alla viola, Maria Cecilia Berioli al violoncello, Marco Venturi e Claudia Quondam ai corni. UmbriaEnsemble si presenta come un ensemble di alta qualità artistica e costante ricerca musicale, definito dalla critica come “punta di diamante” della attuale produzione cameristica italiana, modulare e agile nell’organico – dal Trio all’Ottetto – che rende l’Ensemble polifunzionale e sempre competitivo. L’approccio di repertorio di UmbriaEnsemble è caratterizzato da vitale dinamismo aperto al confronto ed alla sinergia anche con le altre Arti. In programma un monografico mozartiano dai colori cangianti.
Ingresso libero