CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

“Quid Est Veritas?” il nuovo album dei Mysteria Noctis

Più informazioni su

Ogni tanto si scopre una novità musicale proveniente dal territorio, l’ultimo raccolto dell’estate finita da poco si chiama “Quid Est Veritas?” il nuovo album dei Mysteria Noctis e, se fosse edibile, avrebbe il sapore bizzarro di certo progressive rock  e della mostrada. Già buono per accompagnare piatti autunnali.

I Mysteria Noctis sono una band comasca già nota all’interno del circolo live nostrano per aver calcato numerosi palchi prestigiosi del nord Italia come il Legend Club e l’Alcatraz di Milano, per citarne alcuni,  e per essere riuscita ad approdare alle finali dell’Emergenza Festival 2016.

Latinisti per vocazione i Mysteria Noctis, basati a Villa Gurdia, sono Alberto Negretti: Voce, Alessio Negretti: Chitarra, Giacomo Piccinini: Batteria e Pietro Francoli: Basso, Mattia Di Lorenzo; Tastiere, con questo album proseguono il loro percorso artistico e musicale, dopo la pubblicazione – nel 2015 – del debut album Higher Dimension.

 Mysteria Noctis

Edito dall’etichetta discografica bolognese Areasonica Records il nuovo disco “Quid Est Veritas?” (cos’è la verita da una frase pronunciata da Ponzio Pilato), è un concept album di due brani che celebra un azzeccatissimo connubio tra tensione, inquietudine, instabilità e un pizzico di follia. Ispirati dalle grandi band del passato, Opeth, Porcupine Tree e Dream Theater fra tutte, i Mysteria Noctis compongono e arrangiano le loro canzoni con estrema cura al dettaglio e originalità, spaziando da uno sfondo sonoro Progressive Rock a leggerissimi respiri di Modern Jazz, con un tocco ben ragionato di suoni più duri e d’impatto in grado di costruire un risultato musicale coinvolgente e d’effetto.

Il loro primo singolo estratto è “Swingin’ Mind”, un pezzo in cui la ricerca della Verità, della luce che annienta l’ignoto, raggiunge il suo punto più creepy: un’indagine introspettiva tra la realtà del mondo e quella della mente umana, resa al meglio grazie ad un testo dal mood inquieto e ad un arrangiamento incalzante, impreziosito da piacevoli accenti di swing.

 

Più informazioni su