Anziana morta al Don Guanella: la Procura indaga per omicidio, oggi l’autopsia foto

La vicenda resta complessa: la vittima, con problemi cognitivi, aveva 91 anni. Guanti di lattice in bocca, al suo fianco la compagna di 94 anni. Scattano gli accertamenti.

Si indaga per omicidio. E’ questa l’ipotesi che la Procura di Como ha messo sul fascicolo aperto nelle ultime ore sul decesso di una pensionata di 91 anni alla casa di riposo Divina Provvidenza del Don Guanella di Como, in via Tommaso Grossi. L’episodio risale a domenica pomeriggio quando una addetta alla sorveglianza ha trovato morta la donna, affetta da gravi problemi cognitivi. Come pure la compagna di stanza, 94enne, trovata al suo fianco e non in grado di spiegare cosa è accaduto. La vittima, da quanto si è appreso, aveva dei guanti di lattice in bocca. Circostanza che potrebbe avere provocato il decesso per soffocamento

Non ci sono ancora indagati nel fascicolo aperto dalla procura di Como. La conferma arriva dal Procuratore capo Nicola Piacente che conferma di avere dato l’incarico al medico legale per svolgere l’autopsia (prossime ore) per poter capire qualcosa di più del decesso. La vicenda, come ovvio pensarlo, ha provocato e sta provocando ancora profondo choc in tutta la struttura comasca.