Quantcast

Derby “caldo”: scontri tra tifosi prima della sfida di Masnago, botte e fumogeni foto

Le due tifoserie, da sempre rivali storiche, entrano in contatto in una zona cuscinetto dello stadio. Arrivano gli agenti in tenuta anti-sommossa a riportare la calma.

Più informazioni su

Violenti scontri tra tifosi di Varese e Como a pochi minuti dall’inizio della partita delle due squadre oggi pomeriggio (gara poi vinta dagli azzurri per 1-0, vedi precedente lancio). Le due tifoserie sono entrate in contatto nella zona cuscinetto lasciata libera tra i vari settori dello stadio di Masnago. La partita è stata sospesa per quattro minuti come riportano i colleghi di Varesenews.

Già pochi minuti dopo l’inizio del match entrambe le tifoserie si sono avvicinate alla barriera di separazione e poco dopo i supporter sia di Varese che di Como hanno iniziato a scavalcarle, venendo alle mani nel settore lasciato libero che però non era presidiato dalle forze dell’ordine. Gli scontri sono stati accompagnati anche dal lancio di fumogeni e bombe carta. La situazione è tornata alla calma quando sono intervenuti gli agenti di polizia in tenuta antisommossa, rimasti poi a presidio della zona durante tutta la partita

Le tensioni in realtà ci sono state fin da prima dell’inizio della partita, da quando cioè i tifosi del Como sono stati accompagnati allo stadio: a piedi, circondati dalla polizia e fatti entrare nello stadio a match già iniziato (al 12° del primo tempo). Secondo alcuni testimoni in quei minuti fuori dal Franco Ossola ci sarebbero stati anche lanci di sassi tra le tifoserie.

(foto di Maurizio Borserini per Varesenews.it)

Più informazioni su