CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Maccio, in psichiatria il giovane pakistano che ha cercato di dare fuoco alla chiesa foto

La decisione è stata presa dopo il suo gesto. Problemi di depressione da quanto si è appreso. Presto verrà espulso dall'Italia. Ora è a Cantù.

Un gesto non di natura religiosa o estremista. Ma forse proprio perchè da giorni è in uno stato di profonda depressione. Si è chiuso in sè stesso, non parla con nessuno. Neppure ai carabinieri di Lurate, che lo hanno fermato dopo il suo tentativo – con danni limitati ad una sedia e ad un tappeto – di dare fuoco alla chiesetta di Maccio di Villaguardia dove si trova da qualche tempo in attesa di avere asilo politico. Yaseen, 27 anne pakistano, è ora in psichiatria a Cantù per essere curato. Perchè i suoi problemi sono proprio lì, nella testa che sembra ora voler rifiutare tutto quello che gli sta attorno. E il gesto di venerdì pomeriggio – che ha suscitato sconcerto in tutto il paese – sarebbe proprio una diretta conseguenza. A fermare il giovane, che presto potrebbe essere espulso dall’Italia e fare ritorno nel suo paese, è stato daprima il sacrestano della parrocchia, poi i carabinieri che sono arrivati pochi attimi dopo

“Bisogna immediatamente fare chiarezza su questo episodio gravissimo per la provincia lariana ormai al collasso sul fronte immigrazione. L’unica soluzione è quella che da sempre chiede la Lega Nord: espulsione immediata e rimpatrio forzato per tutti questi soggetti violenti. Devono scontare la pena per i loro crimini nelle patrie galere. Chiediamo al Ministro dell’Interno di intervenire senza perdere tempo”. Lo dichiara in una nota il deputato canturino della Lega nord Nicola Molteni che oggi presenterà una interrogazione urgente al ministero Minniti sui fatti di Villaguardia.

 

E anche il consigliere regionale comasco di Fratelli d’Italia Francesco Dotti, con una nota, sollecita un rimpatrio immediato per l’immigrato autore di gesto gesto a Villaguardia:”E’ un gesto gravissimo. Nessuno cerchi giustificazioni. Il pakistano va espulso subito