Il protagonista

Ardito ed il sofferto no al “suo” Como:”Cambiato il progetto, rinuncio per onestà…”

L'ex bandiera azzurra spiega così il rifiuto ad allenare la squadra per la serie D."Nè soldi, nè ragioni tecniche, ma il cambio dei presupposti...."

Ora si deve correre ai ripari. E in fretta. Il nuovo Como 1907, dopo affiliazione ed iscrizione alla serie D, si trova a fare i conti con il no alla panchina di Andrea Ardito. Accordo (vedi precedente lancio) non raggiunto tra le parti e la società deve trovare un nuovo allenatore. Andrea rinuncia all’occasione della sua vita per il “suo” Como. A caldo l’ex capitano precisa e rilancia, senza polemiche, ma con la voglia di chiarire il perchè di questo rifiuto:”I presupposti che erano stati presentati al bando sono cambiati. Avevo detto sì a un progetto che è stato modificato e così per per onestà ho rinunciato.Una occasione simile, dal punto di vista professionale, mi ricapiterà difficilmente“. E poi la precisazione: nè soldi, nè questioni tecniche:”Ci tengo a dire che le ragioni della rinuncia non sono queste davvero. Ma il progetto modificato. Auguro al Como di fare bene e di poter tornare presto dove merita di essere…..

leggi anche
nuovi dirigenti del como oggi canottieri lario
Niente panca.....
Colpo di scena: Como ed Ardito non trovano l’accordo, non sarà lui il mister azzurro
calcio como assegnazione cordata
La decisione
Il Como assegnato al gruppo Nicastro-Renzi: torna Angiuoni, Ardito in panchina
ardito campo orsenigo
Ardito a CiaoComo:”Una vita dietro al pallone, ora insegno ai giovani” (QUI IL VIDEO)
commenta