CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Mondiali di Plovdiv: Panizza (Lario) torna a casa con uno splendido bronzo foto

Il ragazzo comasco brilla nel quattro di coppia in Bulgaria. Bene anche Guanziroli e le ragazze chiamate in nazionale. I risultati

Un’altra medaglia – bronzo – va ad arricchire il già ottimo medagliere della Canottieri Lario in questo 2017: dal World Rowing Championship Under 23, tenutosi a Plovdiv in Bulgaria. Andrea Panizza torna a casa con uno splendido bronzo. Il suo Quattro di Coppia maschile, assieme ai tre soci (Fiume, Gentili, Cziraki), ha disputato oggi una finale entusiasmante: la barca azzurra è riuscita a conquistare e mantenere addirittura la prima posizione, soffiata negli ultimi cinquecento metri dalle combattive Zelanda e Polonia. Terzo posto e medaglia di bronzo per l’ItalRemo, confermando l’analogo risultato ottenuto a Rotterdam l’anno prima. Bravo davvero Andrea!

Da segnalare anche la finale B per il quattro senza maschile di Jacopo Frigerio e per Caterina Di Fonzo, nel Due Senza femminile, assieme alla compagna proveniente dal Palermo.  Meravigliosa avventura anche quella di Andrea Guanziroli: dopo un quinto posto alle batteria, la barca di Andrea – il Due Senza maschile, assieme a Biolcati – passa al Recupero e poi arriva passo dopo passo alla finale A. Chiude al quinto posto

Stesso piazzamento (quinti posto in finale A) anche per altre due atlete della Lario, Aisha Rocek e Giorgia Pelacchi. Sono salite con onore sul Quattro Senza femminile, chiudendo la loro avventura con un quinto posto davvero di valore. E poi Arianna Noseda: l’ItalRemo ha voluto un’altra delle principesse lariane come riserva nella categoria Pesi Leggeri. Neppure Arianna è rimasta con le mani in mano, sostituendo la timoniera dell’ammiraglia femminile.

Sempre molto raggiante – come quando è venuto a trovarci nei giorni scorsi in redazione – il presidente Bernasconi:”Voglio dire grazie ai miei ragazzi che hanno tenuto alto l’onore della Lario in Bulgaria. Un grande a Panizza per quello che ha saputo fare anche qui: ragazzo stupendo e di valore”