CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Cantù, Arosio non si dimette ed attacca i familiari:”Irregolarità nell’appalto” foto

Colpo di scena in avvio del consiglio comunale di Cantù. Il sindaco, che non presenta la sua giunta, difende la sua posizione e adombra dubbi sulla procedura che ha portato fratello e cognata a vincere l'appalto per i trasporti funebri. Memoria difensiva entro 10 giorni.

All’attacco. Diretto, frontale. Anche di fratello e cognata. Il primo consiglio comunale di Cantù – stasera – è iniziato con un vero e proprio colpo di scena. Il sindaco Edgardo Arosio, al quale è stata contestata l’incompatibilità in quanto il Comune ha affidato l’appalto per i trasporti funebri all’azienda Consorzio Canturino Pompe Funebri di Ornella Zanfrini & C, che vede tra i soci amministratori il fratello del sindaco Armando Arosio e la cognata Ornella, ha contestato proprio questo bando. Arosio, che ha attaccato direttamente i suoi parenti, ha ipotizzato come ci siano dei vizi nella procedura che hanno portato il Comune ad assegnare l’appalto all’azienda Zanfrini. Delle presunte irregolarità che lo lasciano a pieno titolo in qualità di sindaco.

Il sindaco di Cantù stasera non ha presentato la sua giunta, ma non si è neppure dimesso. Ha fatto sapere che resta in carica a tutti gli effetti e che tra dieci giorni depositerà una memoria difensiva su questo argomento. Insomma, si preannuncia un braccio di ferro ed una probabile battaglia legale.