CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Como, tante cordate e un futuro tutto da riscrivere: il sindaco aspetta le offerte foto

Scade martedì il bando pubblico deciso da Mario Landriscina per ridare un proprietario, credibile, al club calcistico. Costretto a ripartire dalla serie D.

Almeno sette cordate di (presunti) aspiranti acquirenti, un comitato di consulenti che comprende tra gli altri un avvocato il cui nome riporta al fallimento della società, un sindaco alle prese con un problema inatteso, ma che vuole risolvere al più presto. Un inghippo inatteso per Mario Landriscina che da quando è diventato primo cittadino di Como si è (quasi) subito ritrovato addosso questo problema: cercare di dare un futuro alla squadra di calcio di Como. Unica certezza: il prossimo anno non sarà tra i professionisti, ma dovrà ripartire – se andrà bene – dalla serie D.

mario landriscina in redazione a ciaocomo

Mario Landriscina ha deciso di ricorrere ad un bando per individuare un nuovo, possibile proprietario che prenda in mano la società. L’avviso pubblico per raccogliere manifestazioni di interesse scadrà martedì prossimo. “Fino ad allora – conferma il sindaco – non voglio avere contatti con alcun presunto o reale soggetto interessato. Quello che conta saranno le proposte concrete. Ci spero, poi faremo gli accertamenti del caso”.

Almeno fino a martedì resta spazio per le indiscrezioni sulle possibili cordate interessate ad acquistare la società. Tanti i nomi circolati nei giorni scorsi e in queste ore per poter dare continuità calcistica al Como dopo il bluff di Lady Essien: dall’imprenditore immobiliare romano Roberto Renzi al comasco Giuseppe Bruccoleri, ma anche l’ex proprietario di Carrarese e Pro Sesto Salvatore Zangari. In gioco anche alcuni piccoli imprenditori comaschi,che potrebbero unirsi per salvare la storica società. Un’altra cordata porta anche all’ex sponsor Fox Town di Mendrisio. Indiscrezioni, ipotesi, ma la conferma solo martedì. Alle 13 scade il bando per la manifestazione di interesse, poi si procederà per le pratiche relative a far ritornare il Como in campo. Ma dai dilettanti ahimè….