CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Si scaldano già i motori, nasce il primo rally storico Aci Como: che bello! foto

La conferma dagli organizzatori. Le vetture che hanno fatto la storia di questo sport torneranno a gareggiare sui tornanti delle varie speciali. Il dettaglio

E’ già in piena azione la macchina organizzativa del Rally Trofeo Aci Como (19-21 ottobre 2017) valevole quale sesta prova del Campionato Italiano WRC; confermato il rally Nazionale di scena giovedì 19, venerdì 20 e sabato 21 ottobre 2017 e valevole quale prova a massimo coefficiente 1,5 del Campionato Italiano WRC oltre al campionato regionale lombardo. La gara comasca risulta la sesta ed ultima, spesso decisiva, di un Campionato Italiano WRC dal notevole interesse che comprende i rally dell’Elba, 1000 Miglia, Marca Trevigiana, Friuli e San Martino di Castrozza e Como.

Ma è di queste ore la conferma di una novità che affianca questa gara: il 1° Rally storico Aci Como. La sinergia tra l’ente comasco di viale Masìa e scuderie del Lario e Romazzana Rally Team ha favorito l’intesa nel segno della storia. Negli anni ’70 e ’80, il Comasco ha ospitato memorabili sfide che hanno generato il Trofeo Villa d’Este e poi il Trofeo Aci Como. “Corriamo con auto storiche nei rally in tutt’Italia e vorremmo riprodurre a Como il clima meraviglioso degli anni Settanta-Ottanta – precisano con gli occhi pieni di passione i comaschi Luca e Roberto Ambrosoli, Andrea Guggiari -. Abbiamo trovato in Aci Como un gruppo di lavoro sensibile al rallysmo storico: copriremo lo stesso percorso delle WRC, spezzando in due la lunga prova della Val Cavargna. Vorremmo siano presenti le auto che hanno fatto storia – Porsche 911, Lancia Stratos, Ford Escort RS, Lancia Rally 037, Fiat 131 Abarth, Bmw M3, Lancia Delta, Opel Kadett GT/E, 124 spider, Fulvia Coupé, A 112 Abarth o Renault 5 -.  Abbiamo istituito un prestigioso Trofeo in memoria di un caro amico da poco scomparso, Giulio Oberti. Lo conquisterà il primo navigatore dell’assoluta nel rally storico. Pensiamo ci siano tutte le premesse di passione e competenza per la prima edizione di successo. Non resta che promuovere il rally storico dentro e fuori dai confini lombardi, invitando a Como collezionisti, restauratori e scuderie che frequentano i campionati tricolori dei rally storici“.