CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Parolario 2017: le interviste di Manuela Lozza

Più informazioni su

Si avvia alla chiusura la diciassettesima edizione di Parolario. Il festival della letteratura sulle sponde del Lagi di Como ha accolto anche quest’anno i migliori autori del momento e qulche “chicca” in esclusiva. Oltre alla presentazione dei libri appena usciti, in questa edizione è stato dedicato molto spazio a due temi nuovi: il giardino e il cibo.

Manuela Lozza inviata di CiaoComo a Parolario ha intervistato molti degli ospiti arrivati a Villa Olmo a partire  dallo scorso 15 giugno. Qui vi proponiamo un compendio delle interviste

MARCELLO SIMONI ex archeologo e bibliotecario, laureato in Lettere, ha pubblicato diversi saggi storici; con “Il mercante di libri maledetti” (Newton Compton, 2011), romanzo d’esordio, è stato per oltre un anno in testa alle classifiche e ha vinto il 60° Premio Bancarella. I diritti di traduzione sono stati acquistati in diciotto Paesi. A Parolario ha presentato “Il marchio dell’inquisitore” (Einaudi)

MAURO MALVALDI scrittore, chimico ed ex ricercatore dell’università di Pisa, è una delle voci più celebri del giallo italiano. I suoi romanzi entrano regolarmente nelle classifiche dei libri più venduti. Rizzoli ha pubblicato “Le regole del gioco” (2015) e “L’infinito tra parentesi” (2016).

SVEVA CASATI MODIGNANI è’ una delle firme più amate della narrativa contemporanea. I suoi romanzi sono tradotti in venti Paesi e hanno venduto oltre dodici milioni di copie. Tra i suoi ultimi libri “La moglie magica” (Sperling & Kupfer, 2014), “Il bacio di Giuda” (Mondadori, 2014) e “La vigna di Angelica” (Sperling & Kupfer, 2015).

ROSA TERUZZI vive e lavora a Milano. Ha pubblicato diversi racconti e tre romanzi. Esperta di cronaca nera, è caporedattore della trasmissione televisiva Quarto grado, in onda su Retequattro. Per scrivere si ritira sul lago di Como, in un vecchio casello ferroviario, dove colleziona libri gialli.
Trai suoi libri “Il prezzo della bellezza”(Rusconi, 2013), “Il segreto del giardiniere” (Rusconi, 2012) e “La sposa scomparsa” (Sonzogno, 2016).

MAURIZIO NICHETTI attore, sceneggiatore, regista e produttore cinematografico italiano. Nel 1971 inizia a lavorare come sceneggiatore per la Bruno Bozzetto Film e contemporaneamente recita presso il Piccolo Teatro. Nel 1979 gira il suo primo film, “Ratataplan”, in seguito alla cui uscita viene definito il “Woody Allen italiano”. Il successo si ripete con “Ho fatto splash”, “Ladri di saponette” e “Volere volare”.

ALBERTO PELLAI è’ medico, ricercatore all’Università degli Studi di Milano, psicoterapeuta dell’età evolutiva e padre di quattro figli (di cui due femmine). Si occupa di prevenzione in età evolutiva e fa molta formazione a insegnanti, genitori e professionisti del settore. Ogni anno incontra centinaia di suoi giovani lettori. È autore di molti best-seller per genitori, tradotti anche all’estero, tra cui “I papà vengono da Marte, le mamme da Venere” (2014, scritto con Barbara Tamborini) e “Tutto troppo presto” (2015), pubblicati da De Agostini. Ha vinto numerosi premi letterari e nel 2004 il Ministero della Salute gli ha conferito la medaglia d’Argento al merito della sanità pubblica.

ACHILLE MAURI dialoga da sempre con intellettuali, artisti, sciamani, campioni di sport, gauchos argentini, immigrati, stilisti, viaggiando instancabile nello spazio, da Milano a Parigi, a New York, al Dahomey, al Sudamerica e nel tempo, attraverso gli anni che hanno cambiato il mondo, dal ‘68 agli sbarchi disperati; avventurandosi in ogni campo del sapere, sempre con la leggerezza e l’umanità che distinguono il suo primo romanzo “Anime e acciughe” (Bollati Boringhieri, 2017) e l’aldilà che propone al lettore. È presidente di Messaggerie Italiane, della Scuola per Librai Umberto e Elisabetta Mauri, e dell’Associazione Fabio Mauri per l’Arte L’Esperimento del Mondo.

OSCAR FARINETTI è un imprenditore. Nato ad Alba, capitale delle Langhe, nel 1954, comincia nel 1978 a lavorare con il padre nel supermercato Unieuro. A metà degli anni ottanta, trasforma Unieuro in centri specializzati in elettronica di consumo. Nel 2002 vende la catena Unieuro per tornare alla tradizione di famiglia, il cibo. Fonda Eataly, che oggi è la più importante realtà mondiale per l’alta qualità enogastronomica italiana. Ha scritto “Coccodè” (Giunti, 2009), “7 mosse per l’Italia” (Giunti, 2011), “Storie di Coraggio” (Mondadori, 2013), “Mangia con il pane” (Mondadori, 2015) e, con Feltrinelli, “Nel blu” (2015) e “Ricordiamoci il futuro. Sette storie e un riassunto” (2017).

Più informazioni su