CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Como, campagna elettorale agli sgoccioli: chiusura con Giorgetti e Martina foto

I due stasera a Como, gli opposti schieramenti poi a pochi metri di distanza con le manifestazioni conclusive. Leggi qui il dettaglio.

Oggi si chiude. Ultimi incontri, ultimi politici in arrivo oggi a Como. Stasera i due schieramenti – centrodestra e centrosiniustra – chiudono la campagna elettorale a pochi metri di distanza. A Sant’Agostino Traglio ed il suo staff, sul lungolago Landriscina e la sua coalizione.
Dalle 17 fino a mezzanotte la coalizione del centrodestra concluderà la campagna elettorale sul Lungo Lario Trento con un momento semplice, condividendo anche gli ultimi momenti insieme ai comaschi. Prevista anche la partecipazione del Presidente Nazionale e vice Segretario Federale della Lega Nord Giancarlo Giorgetti, il quale farà anche un suo ultimo appello in sostegno di Mario Landriscina. 

La campagna elettorale è alle ultime battute, ma noi non molliamo e proseguiamo fino all’ultimo minuto. Siamo stati una grande squadra e abbiamo fatto tutto quello che potevamo. Ora spetta ai cittadini la decisione definitiva, ma non ho dubbi che domenica sceglieranno l’unica strada giusta per la nostra città. O adesso o mai più” così Alessandra Locatelli, segretaria cittadina Lega Nord.

 

Maurizio Traglio, invecem, incontrerà alle 18 in via Pretorio, vicino al Duomo di Como, il Ministro all’Agricoltura Maurizio Martina – anche vice-segretario del Pd – per un confronto su come far crescere Como nel mondo. E poi, alle 20.30, Concerto sull’acqua a Sant’Agostino per una Como internazionale, così come vuole Traglio.

Il Partito Democratico provinciale di Como, visto l’esito del primo turno amministrativo nei Comuni
di Erba e Cantù, invita tutti i propri elettori e simpatizzanti a recarsi alle urne in vista del turno di
ballottaggio.
E’ quanto mai importante riaffermare l’importanza della partecipazione democratica in un
momento di forte disaffezione dalla politica e dai suoi rappresentanti. Non possiamo permettere
ai populismi di alimentare un sentimento di antipolitica e non possiamo riconoscerci in chi invita al
non voto, preferendo la non scelta a una chiara assunzione di responsabilità.
In questa prospettiva un partito politico non può esimersi dall’assumere decisioni e dal dare
indicazioni chiare al proprio elettorato e in tal senso riteniamo che in questo momento della vita
politica sia importante contrastare le posizioni assunte dalla Lega, che con i toni di questi mesi ha
condotto a un costante inasprimento del clima politico, estremizzando le proprie posizioni sulle
tematiche sociali oggi in discussione.
Pertanto non potremo che sostenere chi si oppone a questa deriva