CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Landriscina e le deleghe di Traglio:”Chiarezza sui Cda e non confusione…” foto

Il candidato del centrodestra di Como torna chiedere precisazioni per l'esclusivo interesse del Comune. Clima che si surriscalda ad ormai una settimana dal ballottaggio.

Ne aveva già accennato nella sua visita a CiaoComo l’altro giorno (video sopra). Ma in queste ore Mario Landriscina torna a chiedere chiarezza allo sfidante al ballottaggio su deleghe e consigli di amministrazione dei quali Traglio fa parte. Ed ecco la precisazione che ha il sapore di una nuova “stoccata” ad ormai una settimana dal voto dei comaschi per scegliere chi sarà il nuovo sindaco della città.
Tra deleghe e consigli di amministrazione non bisogna fare confusione: dire che si rimettono le deleghe non è sufficiente a garantire il lavoro esclusivo nell’interesse del Comune in caso di elezione. Bisognerebbe specificare che ci si dimette anche dai consigli di amministrazione.
E’ questa la precisazione che si dovrebbe richiedere a Maurizio Traglio, per due motivi. Il primo è che anche senza avere deleghe, un membro del Cda può dare disposizioni a chi le ha (amministratore di fatto). Il secondo è che far parte di consigli di amministrazione vuol dire partecipare alle riunioni del Cda e delle assemblee.

Landriscina e lega nord incontro su sicurezza